IL PRESIDENTE CAMPIONE REGIONALE VENETO CAT. VETERANI!!

(by enrico Danieli)
(questo articolo è scritto in caratteri un po' più grandi per venire incontro alle esigente del lettore seniores e veterano).

Iniziamo con una gemma, la partita conclusiva contro  Zanini che mi ha laureato campione del  Veneto  al 2° Campionato Interregionale Triveneto disputato a Marostica lo scorso week end. (Segui il link per  seguire la partita con il visualizzatore)

1 d4 c5; 2 d5 Cf6; 3 Cc3 d6; 4 e4 e6; 5 Ab5+ Ad7; 6 de6 fe6; 7 Ac4 b5; 8 Cb5 Ce4 9. De2! attaccando  il Cavallo Nero e difendendo quello quello Bianco 9.. Da5+  10 c3  d5 11 Af4! attività e solo attività! 11...Ab5 12 Ab5 Rf7 minacciando13... Cc3 13 Cf3! Ae7 14 Ce5+ Rf8 15 Dh5

  e qui il mio avversario ha abbandonato, mentre il mio povero cuore batteva all'impazzata in vista del seguente, meraviglioso sacrificio di Donna 15...g6 16 Ah6 Rg8 17Ae8!! gh5 18Af7 matto...  che  non avrei mai giocato, perchè pensavo che con 17....Cd6 il Nero difendesse tutto con successo, mentre 18 Dg4 (maledetto stockfish!) vinceva subito anche qui.

Il torneo che, nell'esuberanza della gioventù, avevo spergiurato di non fare mai, è quindi terminato  in gloria . Ma avevo  capito che le cose sarebbero andate bene al primo turno quando, caduto fragorosamente e ignobilmente  dalla sedia, ho visto accorrere (si fa per dire) gli arzilli veterani in mio soccorso e mi sono sentito stranamente uno di loro. Oltre a un pizzico di fortuna, voglio qui ringraziare Sergio Giuriato, per avermi generosamente concesso la patta con i bianchi e Massimiliano Tivelli per essere entrato in una delle poche varianti del BDG che conosco bene durante il nostro scontro. Senza il loro aiuto, non avrei mai assaporato la gioia del trionfo.

Ma non ero  solo al torneo: il CSVP schierava proprio uno squadrone, comprendente Leone Gennari, Sergio Giuriato, Pietro Valentini e Max Tivelli.

Con tre punti e mezzo su cinque, una variazione elo +0,37 e il primo  premio di fascia un volitivo Sergio Giuriato può certamente ritenersi soddisfatto, considerando  che la sua partecipazione è stata in bilico fino all'ultimo. Ha giocato con la consueta solidità ma anche con spirito garibaldino, specie all'ultimo turno contro Pasin. Gli resterà sempre il rammarico della patta concessami, ma d'altronde è un vero amico...

Anche Massimiliano Tivelli mi è parso in buona forma, e se al primo turno fosse riuscito a contenere un furioso ma scorretto attacco del suo avversario sarebbe diventato un rivale molto pericoloso. Ha concluso comunque a tre punti, guadagnando un po' di elo.

Pietro Valentini è sempre molto divertente da osservare, col suo gioco privo di compromessi. Ha finito a due punti sprecando qualche buona possibilità d'attacco, ma divertente è stata la sua partita con Luca Menini. Sommerso da una massa di pedoni e pezzi che si stavano dirigendo sul suo arrocco, il nostro si è inventato la manovra Rg1-f1-e2-d1 nel più puro stile Petrosian, e la manovra per poco non gli ha fruttato la vittoria.

Leone Gennari ci ha fatto sorridere tutti. "Ero convinto di aver giocato bene , ma  all'ultimo turno contro Frau Eva mi sono reso conto di essere in fondo al torneo....!!" In realtà quando trovi al primo turno il numero uno del tabellone e  poi patti d'accordo al secondo, tutto il torneo si gioca in due partite, e lì ha commesso qualche imprecisione di troppo. Il problema è che, preoccupato delle sue aperture non troppo vivaci, contagiato dal Presidente minaccia di adottare pure lui il BDG. Qualunque persona sana giocherebbe questa apertura solo nei tornei lampo; ma come direbbe il Prof De Mori "Benvenuto nel club!".